Articoli e Libri

29-06-2012 - Acquisto di beni da fornitore estero ed obbligo di reverse charge

A seguito dell’implementazione del c.d. “VAT Package”, abbiamo assistito a un'ulteriore estensione dell’ambito di applicazione del meccanismo del reverse charge.

Dal 1° gennaio 2010 il reverse charge si applica anche alle cessioni di beni effettuate nel territorio Italiano da un fornitore non residente (UE o extra-UE) nei confronti di un soggetto passivo stabilito in Italia (art. 17, co. 2, D.P.R. 633/72). Viene quindi traslato in capo al committente l’obbligo di gestire tutti gli adempimenti previsti ai fini IVA, in termini di assolvimento dell’imposta, obbligo di documentazione e di dichiarazione.

MEJNARDI C., Acquisto di beni da fornitore estero ed obbligo di reverse charge, in Richieste & Offerte dal Mondo. La newsletter per le imprese di Piemonte e Valle d'Aosta, n. 6, 2012.


 

© 2020 R&A Studio Tributario Associato. All rights reserved.
P.IVA: 08845480014