Articoli e Libri

04-07-2007 - Thin capitalization sui prestiti transfrontalieri: l’intento elusivo rende ammissibili limitazioni alla libertà di stabilimento

Una recente sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità europee risolve l’interrogativo sulla compatibilità, con le disposizioni del Trattato relative alla libertà di stabilimento, della normativa britannica sulla sottocapitalizzazione, in vigore nel Regno Unito fino al 2004, con cui si limitava la deducibilità degli interessi pagati dalle società controllate britanniche alle società capogruppo o intermedie non residenti. Il sistema fiscale inglese ha in tal modo realizzato una disparità di trattamento tra società mutuatarie residenti in ragione della residenza fiscale della capogruppo che ne detiene, direttamente o indirettamente, il controllo. Un siffatta discriminazione limita la libertà di stabilimento delle società non residenti e tale restrizione, potenzialmente giustificabile in termini di prevenzione dell’evasione fiscale e in generale di fatti illeciti, era contenuta in una normativa nazionale non idonea a costituire un rimedio appropriato al proprio scopo, nel rispetto del principio di proporzionalità. In altri termini le autorità britanniche sono state condannate in quanto, sebbene mosse dall’esigenza di garantire la coerenza del sistema fiscale nazionale nella lotta all’evasione, hanno istituito norme sulla sottocapitalizzazione che non disponevano un esame di elementi oggettivi con cui valutare l’illiceità dell’operazione, che, inoltre, non concedevano al contribuente il diritto di fornire la dimostrazione delle ragioni commerciali sottostanti la transazione e infine non riqualificavano quali dividendi gli interessi pagati alla controllante esclusivamente per la parte eccedente il limite massimo riconosciuto come ammissibile in regime di libera concorrenza.


LOMBARDO M., Thin capitalization sui prestiti transfrontalieri: l’intento elusivo rende ammissibili limitazioni alla libertà di stabilimento, in Fiscalità Internazionale, Maggio-Giugno 2007.


 

© 2020 R&A Studio Tributario Associato. All rights reserved.
P.IVA: 08845480014